Gluten sensitivity e malattie reumatiche si incontrano

Gluten sensitivity e malattie reumatiche si incontrano
Gluten sensitivity e malattie reumatiche si incontrano

Le malattie reumatiche e la gluten sensitivity come si incontrano?

In articoli precedenti abbiamo parlato di malattie reumatiche, di celiachia, di gluten sensitivity (NCGS – sensibilità al glutine non celiaca), ma come, dove e perchè si incontrano?

Le malattie reumatiche sono un’insieme di patologie caratterizzate dall’infiammazione di articolazioni, tendini, legamenti, ossa, muscolo e in alcuni casi può coinvolgere anche altri organi. Queste hanno un impatto notevole sulla qualità della vita dei soggetti affetti e proprio per tale motivo l’ OMS ha dedicato alla loro prevenzione il decennio 2000-2010.

Le malattie reumatiche possono essere classificate in più gruppi:

  • artriti primarie,
  • artriti da agenti infettivi,
  • artriti da microcristalli e dismetaboliche,
  • connettiviti e vasculiti,
  • reumatismi extra-articolari,
  • artrosi primarie e secondarie,
  • malattie dell’osso,
  • neoplasie articolari e tendinee,
  • sindromi neurologiche, neurovascolari e psichiche,
  • miscellanea.

Tra le prime patologie reumatiche studiate in correlazione con celiachia e gluten sensitivity ci sono la fibromialgia (FM) e l’osteoporosi. A queste abbiamo già in passato dedicato degli articoli che, se vi sono sfuggiti, vi invito a leggere qui e qui.

Anche gli studi più recenti hanno preso in considerazione FM ed osteoporosi insieme ad altre patologie reumatiche tra le quali l’artrite reumatoide e la spondiloartrite.

L’intestino ha un ruolo molto importante nell’omeostasi ossea. La vitamina D assorbita a livello dell’ileo è responsabile dell’assorbimento intestinale di calcio e fosforo e ne regola anche il riassorbimento a livello renale sotto l’influenza del paratormone. Pertanto, il malassorbimento correlato alla celiachia porta ad una non adeguata mineralizzazione dell’osso che spiega perchè l’osteoporosi sia la conseguenza più comune di una celiachia non diagnosticata e/o non trattata.  Per tale motivo l’osteoporosi si trova nel 75% dei pazienti con malattia celiaca, indipendentemente dalla presenza di sintomi gastrointestinali e può svilupparsi in donne non in menopausa e negli uomini di età inferiore a 55 anni.

E per quanto riguarda la gluten sensitivity?

Nei più recenti studi é stata ricercata la gluten sensitivity nei soggetti affetti da spondiloartrite. I sintomi di spondiloartrite e FM spesso si sovrappongono ed in entrambi i casi però non esiste un test analitico per confermare o escludere la patologia. lo studio con al centro la correlazione tra malattie reumatiche e gluten sensitivity è stato svolto su un piccolo gruppo di pazienti per i quali è stata esclusa la celiachia. In tutti i casi presi in esame una rigorosa diete priva di glutine ha portato ad una diminuizione dei tipici dolori e con successiva riacutizzazione di questi in seguito alla reintroduzione del glutine.

Questo recente studio ha dunque ipotizzato, basandosi su ragionevoli argomenti e osservazioni cliniche che la gluten sensitivity è associata ad una vasta gamma di manifestazioni reumatiche che variano dalla FM alla spondiloartrite ed il glutine sia un vero e proprio sistema di innesco per tali patologie.

Ovviamente sono necessari altri studi clinici e in doppio cieco per stabilire la misura in cui la gluten sensitivity si manifesta nei soggetti con malattie reumatiche. Noi come sempre restiamo in attesa e pronti ad aggiornarvi…

 

Bibliografia e sitografia:

Non-celiac Gluten Sensitivity and Rheumatic Diseases – Carlos Isasi, Eva Tejerina, Luz M. essenMoránc.

Osteoarticular manifestations of celiac disease and non-celiac gluten hypersensitivity – Stéphanie Dos Santosa, Frédéric Liotéa.

SIR- Società Italiana di Reumatologia

Post Comment