Osteoporosi, celiachia e gluten sensitivity

osteoporosi gluten free travel and living

L’osteoporosi è correlata con la celiachia o la gluten sensitivity?

Il mondo delle patologie correlate alla celiachia e alla gluten sensitivity è così vasto da fare invidia all’Everest.

Di alcune di queste abbiamo già parlato (i precedenti articoli possono essere  letti qui, qui, qui, qui ed anche qui ); l’argomento di oggi è l’osteoporosi, una patologia importante soprattutto per la popolazione femminile.

L’osteoporosi è definita dall’ OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) come

una condizione caratterizzata da una bassa densità delle ossa e da modificazioni della microarchitettura ossea. Con l’aumento della porosità e fragilità delle ossa il rischio di fratture aumenta di pari passo. Il deterioramento del tessuto osseo procede silenziosamente e progressivamente. Spesso non vi sono sintomi fino alla prima fattura.

L’osso è un tessuto connettivo specializzato la cui matrice extracellulare calcificata imprigiona le stesse cellule che l’hanno prodotta (osteoblasti). In pratica, le cellule che producono nuovo osso sono incastonate come una pietra preziosa all’interno della stessa archittetura ossea.

A differenza di quanto molti pensano, l’osso è un tessuto vivo in costante modificazione.La capacità dell’osso di adattarsi, di ispessirsi o alleggerirsi lo rendono ideale per le funzioni di sostegno e metaboliche che deve svolgere.

osteoporosi Gluten Free travel and Living
Osso Sano – Osso con Osteoporosi; Gluten Free Travel and Living

Nei soggetti intolleranti al glutine, l’osteoporosi rientra nel vasto quadro di patologie secondarie, ovvero patologie che insorgono come conseguenza diretta di una patologia primaria  (ad esempio la celiachia o la gluten sensitivity). L’ osteoporosi secondaria può essere presente anche in pazienti affetti da iperparatiroidismo, ipertiroidismo, ipercorticosurrenalismo, menopausa precoce, diabete di tipo I – malattia autoimmune correlata alla celiachia. Nel caso dell’osteoporosi correlata con la celiachia è la gluten sensitivity si osserva il ridotto assorbimento del calcio a livello gastrico e una conseguente eccessiva produzione di ormone paratiroideo.

L’ormone paratiroideo (paratormone o PTH), stimola il riassorbimento osseo e il rilascio di ioni calcio con conseguente demineralizzazione dell’osso.

Nei soggetti celiaci e anche nei gluten sensitivie l’osteoporosi sembra accompagnarsi non solo all’intolleranza al glutine, ma anche al deficit della  lattasi, cioè di quel complesso di enzimi in grado di rompere in molecole più piccole gli zuccheri presenti nel latte. La carenza di questi enzimi non solo comporta l’intolleranza al lattosio, ma spesso comporta anche una ridotta assunzione del calcio. La riduzione di questo minerale, spesso associata a bassi livelli di vitamina D, porta ad un aumento del PTH, che attiva il riassorbimento osseo.

osteoporosi Gluten free Travel and Living

Inoltre, sono stati individuati nei soggetti celiaci degli autoanticorpi in grado di riconoscere una proteina fondamentale nell’inibizione del riassorbimento osseo (se tale proteina è ridotta o assente, si associa ad un aumento del riassorbimento osseo e quindi ad osteoporosi).

In letteratura i dati confermano la correlazione tra celiachia e osteoporosi e anche quella tra gluten sensitivity e osteoporosi ( sebbene, in questo caso le ricerche siano un continuo work in progress); le conoscenze attuali permettono quindi di individuare precocemente il problema e il paziente può ricevere in tempi brevi una corretta terapia, per tenere sotto controllo la patologia.

Bibliografia

Leslie P. Gartner, James L. Hiatt  – Istologia – Edises

Leffler DA, Green PH, Fasano A – extraintestinal manifestations of coeliac disease – 2015

Maria Luisa Brandi – Osteoporosi: riconoscerla, prevenirla e curarla

Angela Gianninoto; Salvatore Giovanni Vitale; Anita Catavorello;Roberta Giuca; Ferdinando Antonio Gulino; Antonio Cianci – celiachia e osteoporosi: il ruolo del ginecologo dall’esperienza di un caso clinico

Rude R. K. et al., Osteoporosis International, 1996.

Volta U. et al., Best Practice & Research Clinical Gastroenterology, 2015

A. Sapone et al., NUTRITION ISSUES IN GASTROENTEROLOGY, SERIES #142, 2015

Appunti personali

 

Condividi questo post

Post Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.