La vincitrice del 100% Gluten Free (Fri)Day è…

Aperitivo 100%Gluten Free - Gluten Free Travel & Living
Aperitivo 100%Gluten Free – Gluten Free Travel & Living

Oggi è il 100% Gluten Free (Fri)Day  e questa settimana la dolcezza ha avuto la meglio: la ricetta vincente, che è stata proposta all’aperitivo di CuocOna è quella dei muffins rustici dal cuore tenero proposti da Letizia di Senza è buono.

Muffin rustici - Gluten Free Travel and Living

Un blog appena nato, ma già un riferimento ricco di originali ricette adatte a chi soffre di intolleranze, ma chiaramente non solo a loro, anche perché Letizia non è né celiaca né intollerante!
Letizia ha fatto un percorso personale sperimentato su se stessa l’effettuo del cibo e, quando ha capito i benefici che un’alimentazione attenta e genuina può dare, ha voluto condividere con la rete la sia esperienza!

Ma non voglio anticiparvi niente, leggete l’intervista che ci ha rilasciato e scoprirete  una bellissima persona.

Letizia

Parlaci un po’ di te e del tuo blog, perché l’hai aperto.

Mi chiamo Letizia e ho due grandi passioni: quella per la scrittura e quella per la cucina. Ho ereditato la prima dalla mia famiglia, con il nonno giornalista e una mamma scrittrice per vocazione, che sin da piccola mi incitava a scrivere poesie e romanzi… con il cibo, invece, non avevo un buon rapporto…poi verso i 18 anni è avvenuta la svolta…ho capito che se avessi voluto mangiare una torta davvero buona, avrei dovuto prepararmela da sola! Ho sperimentato moltissime ricette con le farine “normali”, ma già da allora prediligevo quelle integrali e non raffinate, poi ho iniziato a interessarmi alla cucina salutistica, ho letto diversi articoli scritti da medici e sono approdata al mondo gluten free. All’inizio, ho acquistato anche i mix già pronti, ma i risultati non sempre sono stati soddisfacenti. Ho lasciato i mix e ho iniziato a comprare farine naturalmente prive di glutine: grano saraceno, riso, mais, miglio, quinoa…Mi sono resa subito conto della differenza delle farine, di come esse siano difficili da lavorare… ho sperimentato molto, cercando di trovare la giusta consistenza della frolla, o il giusto mix per una torta soffice. Quando finalmente ho iniziato a realizzare dolci davvero buoni, ho iniziato a pensare al blog, ma era un’idea vaga, non ero ancora del tutto convinta… poi due mesi fa, mi sono messa davanti al pc e ho costruito il blog. Perché ho aperto il mio blog? Bè, le motivazioni sono moltissime…un po’ per raccogliere le mie ricette su una sorta di diario, un po’ per aiutare celiaci e intolleranti, che spesso riscontrano una serie di difficoltà nella creazione di dolci e pietanze salate. Vorrei inoltre aggiungere che sono entrata in contatto con una ragazza affetta da una patologia poco conosciuta, ma molto dolorosa, l’endometriosi. Ebbene, questa ragazza mi ha scritto privatamente che sta seguendo la dieta senza glutine, consigliata da un omeopata e nel mio blog, nato a settembre di quest’anno, ha trovato molti spunti e ricette che le hanno permesso di mangiare in maniera sfiziosa e di variare. E tutto questo mi motiva e mi invoglia ad andare avanti.

Come ti sei avvicinata alla cucina gluten free?

Come accennavo prima, mi sono avvicinata alla cucina senza glutine in seguito alle mie letture quotidiane di testi provenienti da fonti accreditate. A causa di alcuni piccoli problemi di salute, che non riuscivo a risolvere, ho deciso da sola di rivoluzionare la mia dieta e la mia vita. Ho avuto i miei risultati e non tornerei indietro per nessun motivo! Diversi studi hanno dimostrato che il frumento fa male anche alle persone che non soffrono del morbo celiaco, perché è un grano modificato! Inoltre, c’è da chiedersi perché siano tanto in aumento le intolleranze. Un motivo ci sarà.

Le ricette senza glutine che proponi sono pensate solo per gli intolleranti o pensi che tutti possano mangiare le stesse pietanze?

Tutti possono mangiare i dolci e le pietanze salate che propongo. Non sono una dietologa, ma chiunque, con un minimo di saggezza, sarebbe consapevole che una dieta variata può solo fare del bene alla salute! Io propongo “ricette impossibili”, non uso mai prodotti industriali, né mix già pronti…magari i dolci non verranno perfetti, la pasta non sarà bellissima da vedere, ma almeno sono piatti sani e salutari!

Cucini spesso senza glutine anche se non sei celiaca?

Io cucino sempre senza glutine, ogni giorno: come accennavo prima, questo cambiamento radicale nella mia dieta mi ha portato enormi benefici! Ad esempio, per quanto riguarda la colazione, preparo da me torte e biscotti senza glutine e senza latte, non mangio mai prodotti industriali, evito gli zuccheri raffinati e cerco sempre di variare con le farine e con la frutta secca, ottima alleata per la salute e per la realizzazione dei dolci gluten free; a pranzo mangio spesso cereali in chicchi, come miglio, grano saraceno, amaranto e quinoa, ricchi di vitamine, proteine e sali minerali e conditi sempre con una verdura di stagione. A chi mi dice che questi cereali hanno un gusto terribile rispondo sempre che bisogna abituare il palato a questi sapori così particolari!

Cosa ti ha spinto a partecipare alla giornata dedicata alla cucina libera dal glutine?

Nei miei viaggi in rete, quando ho iniziato la dieta alternativa, prima di aprire il blog, mi sono imbattuta in questo meraviglioso portale, il Gluten Free Travel and Living. Subito mi sono iscritta alla newsletter per poter essere aggiornata sulle novità e ho scaricato gli e-book con le ricette. In seguito, ho letto della bellissima iniziativa, il Gluten Free (fri)Day…mai avrei sognato, un giorno di parteciparvi! E neppure che una mia ricetta venisse scelta! Dopo aver aperto il blog, partecipare è stato un gesto naturale. Credo che questo portale sia davvero un’idea geniale, un punto di riferimento per tutti i celiaci e non solo, un’enorme miniera di idee, ma soprattutto una fonte inesauribile di notizie sempre aggiornate sul mondo gluten free!

Pensi che cucinare evitando il glutine sia difficile? Se sì, cosa lo rende difficile? Se no, perché molti pensano che lo sia?

No, non credo che sia difficile “cucinare senza glutine”! Oggi esistono in commercio tanti preparati per torte, per pizza o pane, ma anche tanti alimenti già pronti, surgelati, che anni fa non esistevano! Anche i più pigri, o le persone che non hanno tempo da dedicare alla cucina, oggi hanno mille possibilità di prepararsi un piatto gluten free! Probabilmente molti pensano che sia difficile preparare una pietanza senza glutine saporita perché esiste il pregiudizio “senza glutine è insipido”…Peccato, perché le pietanze senza glutine non solo non sono insipide, ma hanno sapori diversi e nuovi che sorprendono anche i palati più difficili! Forse è difficile cucinare senza glutine in modo sano, evitando i cibi industriali, questo sì, è complicato!

Trovi che la cucina senza glutine abbia sapori molto diversi rispetto a quella tradizionale?

Certamente! Sono sapori sorprendenti, ma che non a tutti piacciono… ricordo, ad esempio, quando, all’inizio di questa dieta, ho preparato un piatto di pasta di mais a mia madre… la sua reazione è stata molto negativa, anche se a lei il mais piace, e molto! Ma sottoforma di pasta… niente da fare! In ogni caso, sono convinta che il gusto vada educato: anche se i sapori gluten free sono molto diversi da quelli tradizionali, non è detto che siano meno gustosi, anzi!

Il tuo blog, che si chiama Senza è buono, è la dimostrazione che si può cucinare in maniera varia per tutti. Hai avuto soddisfazioni, ti sei sentita gratificata quando hai preparato qualcosa di veramente buono, sia per il palato di tutti che per le esigenze di chi è intollerante (e non mi riferisco solo al glutine)?

Senza è buono è nato come una scommessa, con me stessa e con il cibo! Mai avrei pensato che qualcuno avrebbe letto i miei post e che apprezzasse le mie ricette, le quali sono semplici, naturali e fatte di pochi ingredienti! Per me è stupendo offrire spunti a chi ha delle intolleranze o delle allergie, offrire loro l’alternativa (perché questa in cucina c’è sempre!). La più grande soddisfazione è stata quella di riuscire a preparare un dolce che è andato a ruba in occasione del compleanno di una mia cuginetta. Ricordo che ero all’inizio della dieta e, ovviamente, partecipando alla festa di compleanno della bimba, non avrei potuto mangiare nulla. Allora mi sono messa all’opera e ho creato delle sofficissime tortine paradiso senza glutine e senza latticini da portare alla festa. Le ho messe sul tavolo e… sono sparite in pochissimo tempo! Eppure le avevo portate unicamente per poter mangiare qualcosa! Tutti mi hanno chiesto la ricetta…per me è stata una conferma: è possibile preparare un dolce senza usare per forza i mix industriali, senza zuccheri raffinati e senza burro!

Ci sono delle allergie, delle intolleranze che limitano la tua dieta? E in che senso la limitano?

No, non sono allergica, né intollerante, piuttosto evito di mangiare latte e derivati, perché non li ritengo salutari per me. D’altronde, mi “diverto” a creare dolci senza glutine e senza uova, quindi vegani, per “sfidare le regole”: così è nata la mia pasta frolla senza glutine e vegan, o le crêpes di mais! Inoltre, non credo che non usare latte o panna oppure burro nelle ricette sia una limitazione, piuttosto rappresenta una sfida a trovare soluzioni alternative non solo per me, ma anche per chi mi segue ed è allergico o intollerante…

Che cosa vorresti imparare a cucinare o che cosa non hai mai cucinato e ti incuriosisce?

Mi piacerebbe imparare a realizzare dolci di alta pasticceria, di quelli super complicati, ma trovando sempre l’alternativa senza glutine e senza derivati del latte!!!

E c’è qualcosa che vorresti imparare a cucinare senza glutine?

Sicuramente! Oltre ai dolci di alta pasticceria, ho una lista infinita di pietanze che mi piacerebbe imparare a cucinare, soprattutto usando le farine naturalmente prive di glutine! Sto studiando e sperimentando moltissimo, per poter creare, ad esempio, un pane soffice senza glutine che rimanga tale per qualche giorno, oppure una pizza ben lievitata o una brioche. La difficoltà più importante, nel mio caso, risiede nel non poter utilizzare latte, burro o panna (neppure i prodotti delattosati)…ci sto lavorando e spero di poter pubblicare presto tutte queste bontà ben riuscite!

Da quando partecipi al GFFD, è cambiato il tuo modo di considerare le pietanze che cucini? E il tuo modo di cucinare? E quali sono le pietanze che in assoluto preferisci cucinare?

No, non direi che ci sono stati cambiamenti, anche perché il mio blog è senza glutine, così è nato e così continuerà ad essere! Certo, l’appuntamento del venerdì mi emoziona sempre, è come se dovessi preparare un piatto per persone importanti…quindi cerco sempre di pubblicare la ricetta migliore, quella che mi è riuscita meglio ! In ogni caso, chi frequenta il mio blog avrà capito che in assoluto prediligo i dolci da forno, le torte, i biscotti, e soprattutto i dolcetti monoporzione: le tortine, i muffin… Qualche ricetta salata c’è, come la besciamella senza glutine e vegan, o gli gnocchi con farina di ceci, per il resto, sono tutte golose tentazioni semplici da realizzare e soprattutto sane!

Grazie Letizia per la tua testimonianza, per il tuo contributo e per i numerosissimi spunti di riflessione!!!

Pronti a mettervi ai fornelli?
Vi aspettiamo in questo 100% GFFD e soprattutto ricordatevi che la prossima ricetta scelta da CuocOna potrà essere la vostra!!!

100%Aperitivo - Gluten Free Travel & Living
100%Aperitivo – Gluten Free Travel & Living

Un Commento - Scrivi un commento

  1. Sonia Mancuso

    cara Leti, scrivo solo adesso e me ne scuso; sei una ragazza bella dentro e fuori, sei davvero in gamba e il tuo modo di cucinare e vedere il gluten è di grande insegnamento per tutti noi. Bravissima!

    Reply

Post Comment