La nuova vincitrice del 100% Gluten Free (Fri)Day è…

Aperitivo Gluten Free - Gluten Free Travel & Living
Aperitivo Gluten Free – Gluten Free Travel & Living

Anche questa settimana una bravissima blogger ha vinto la possibilità di veder realizzare la sua ricetta per il nostro aperitivo gluten free da la CuocOna a Milano con dei biscotti davvero meravigliosi, i classici cookies al cioccolato, ovviamente senza glutine!

La ricetta vincitrice del 100% Gluten Free (Fri)Day
La ricetta vincitrice del 100% Gluten Free (Fri)Day

E lei la bravissima, simpaticissima ed elegantissima Alessandra Lupo.

1

Un blog particolare il suo, perché non parla solo di ricette. Anzi l’accento è posto proprio sulla moda e tutto quello che gira intorno al fashion. Una passione, la sua, che nasce fin da piccola.

In tutto questo, la nostra Alessandra ha scoperto anche di essere celiaca e allora? E allora si deve pur mangiare e mangiare bene! Ecco che ci propone delle ricette, dolci prevalentemente (esclusivamente), senza glutine, tutte buone e tutte belle anche da vedere!

Perché ne parla nel suo blog di moda? Perché “scoprire di essere celiache in età adulta potrebbe non farvi rientrare più nel Tubino Nero a cui siete tanto affezionate! “

E adesso conosciamola meglio!

Parlaci un po’ di te e del tuo blog, perché l’hai aperto.

Tubino Nero Blog nasce circa sei mesi fa, un po’ per caso e un po’ per seguire la moda del momento, anche se la passione per la moda e per tutto quello che le ruota intorno mi accompagnano sin da piccola. Non mi definisco una fashion blogger, non vedrete infatti mai foto dei miei outfit, ma nei miei post racconto la moda secondo i miei gusti, studio lo stile delle celebrities e cerco nuove tendenze da personalizzare. Perché introdurre una raccolta di ricette senza glutine in un blog che tratta di moda? Perché nel mio tubino nero taglia 40, dopo la diagnosi di celiachia, non sono più riuscita ad entrarci!

Come ti sei avvicinata alla cucina gluten free?

Circa un anno e mezzo fa la diagnosi parlava chiaro:celiachia! Quindi forzatamente mi sono ritrovata in un mondo del tutto nuovo, con abitudini alimentari stravolte ed una nuova dieta. Ad oggi però, penso di mangiare in modo più sano rispetto a chi non è intollerante al glutine. Studio le etichette dei prodotti meglio di un gluten detector.

Le ricette senza glutine che proponi, sono pensate solo per gli intolleranti o pensi che tutti possano mangiare le stesse pietanze?

Propongo le mie ricette principalmente per i celiaci come me, ma anche chi non lo è, gradisce sempre, la differenza quasi non la sente.

Essendo celiaca sono costretta a cucinare sempre senza glutine, non faccio mai eccezioni, anche se i vecchi sapori sono ancora ben impressi nella mente.

Cosa ti ha spinto a partecipare alla giornata dedicata alla cucina libera dal glutine?

In un gruppo su Facebook di appassionati di ricette senza glutine una signora gentilissima mi ha proposto di candidare le mie ricette per il Gluten Free (Fri)Day, non ne ero a conoscenza, ed eccomi qui!

Pensi che cucinare evitando il glutine sia difficile? Se sì, cosa lo rende difficile? Se no, perché secondo molti pensano che lo sia?

Allora, per chi scopre di essere celiaco in età adulta, come me, non è semplicissimo, perché la preparazione dei cibi senza glutine comporta molta attenzione. Uno dei classici errori che mi capitava di commettere era quello di girare la pasta di grano e quella di mais, la mia, con lo stesso cucchiaio di legno, e mi toccava così rifare tutto. Ancora oggi molti ristoratori, ma anche amici e familiari, non capiscono l’importanza di separare la cucina senza glutine da quella normale per evitare la tanto temuta contaminazione, perché basta il minimo errore e chi ne subisce le conseguenze è solo il celiaco. Ma alla fine con un po’ di attenzione e un po’ di pratica, celiaci e non possono mangiare insieme in serenità.

Trovi che la cucina senza glutine abbia sapori molto diversi rispetto a quella tradizionale?

Decisamente sì, dopo un anno e mezzo di dieta senza glutine ho mangiato, gustato ed evitato di tutto. I dolci sono un trionfo di burro e zuccheri, gli snack sono un concentrato di grassi, non parliamo poi del pane. Casereccio, pancarrè, ai cereali, anche se lo propongono in tutte le salse è l’unico prodotto che non riesco proprio a mangiare. Molto più sano e genuino, e dal buon sapore, quello preparato a casa.

Hai avuto soddisfazioni, ti sei sentita gratificata quando hai preparato qualcosa di veramente buono, sia per il palato di tutti che per le esigenze di chi è intollerante (e non mi riferisco solo al glutine)?

Ormai la mia cucina prevede l’utilizzo di soli prodotti senza glutine, dalla pasta, al pan grattato, al companatico. In molte occasioni i piatti preparati sono stati così buoni da poter “ingannare” i non celiaci, che hanno apprezzato, e non poco, tutte le portate.

Ci sono altre allergie, o intolleranze che limitano la tua dieta? E in che senso la limitano?

Oltre all’intolleranza al glutine non ho altre allergie, per fortuna. La celiachia penso sia limitante solo fuori casa. Se gli amici decidono di mangiare la pizza, il celiaco deve accontentarsi delle solite insalata o fettina di carne. Ma chi capisce davvero le mie esigenze (pochissime persone) mi accompagna volentieri nelle pizzerie o nei locali preparati ed autorizzati per la cucina senza glutine.

Che cosa vorresti imparare a cucinare o che cosa non hai mai cucinato e ti incuriosisce?

Mi ha sempre incuriosita la cucina etnica, caratterizzata da sapori nuovi e tante spezie. Le spezie però sono prodotti a rischio per i celiaci, infatti sono ancora alla ricerca di nuove ricette senza glutine da riprodurre a casa con la sicurezza di poter mangiare senza problemi.

 Che cosa vorresti imparare a cucinare senza glutine?

Gli impasti della pizza e del pane mi mettono ancora a dura prova! Sono questi i farinacei che ancora oggi non riesco a preparare alla perfezione. Ogni volta c’è quella piccola variabile, che sia della farina in più o dell’acqua in meno, che mi costringe a rifare, più e più volte, l’impasto. Ma non mi demoralizzo, con tutte le prove che mi vedono in cucina e con tutti i tutorial del caso, riuscirò a preparare un prodotto senza glutine tale da chiamarsi, finalmente, pane.

 

E anche oggi è il nostro abituale appuntamento con il 100% Gluten Free (Fri)Day, che oggi è speciale perché sostiene la Giornata Mondiale dell’Alimentazione #GMA2014 #WDF2014 #GFFD

ilove-gffd1

Se anche tu vuoi partecipare, devi solo postare una ricetta senza glutine il venerdì, mettere questo logo nel post e nella barra laterale e poi inserire la tua ricetta qui e diventerai la nostra blogger della settimana!

Se volete potete anche seguirci nella nostra pagina Facebook. Vi aspettiamo numerosi!

Condividi questo post

2 Commenti - Scrivi un commento

  1. Penso che ciò che dice Alessandra è veramente sentito col cuore..si evince dalla sua intervista quanto ha sofferto e soffre per questo grosso problema della celiachia..cmq è una ragazza forte e tenace che accetta il tutto..se ne è fatta una ragione…perché la vita continua e non ci si può arrendere se si pensa a chi sta molto peggio di lei è di quante persone pur non essendo celiachia soffre la fame,,,coraggio Alessandra va avanti e…Non demordere

    Reply

Post Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.