Ricerca Sociale “SONO CELIACO – SONO MALATO?”

AIUTIAMO LA RICERCA

Come molti di voi sapranno noi di Gluten Free Travel and Living trattiamo il tema della celiachia, della dieta senza glutine e delle varie intolleranze alimentari da più punti di vista;
questo perchè i temi legati al free from intaccano la nostra vita quotidiana a più livelli.

Nella nostra AREA EDUCATIONAL oltre a dare spazio a consigli ludico-ricreativi per i nostri bambini celiaci, affrontiamo il tema della celiachia e della dieta senza glutine da una prospettiva socio-psicologica, rintracciando e discutendo quelli che potrebbero essere i rischi e le sfide che queste problematiche potrebbero arrecare allo sviluppo di bambini e adolescenti, non soltanto sul piano individuale quanto anche da un punto di vista delle relazioni sociali.

Di tutto questo ne abbiamo parlato spesso, traendo spunto dagli studi del
professore sociologo CLETO CORPOSANTOdocente dell’Università Magna Grecia di Catanzaro.

Cleto Corposanto

Il professore, e il suo team di ricerca, hanno sottolineato nei loro studi quanto sia importante la presa in carico dei soggetti affetti da celiachia non soltanto da un punto di vista medico-scientifico, ma anche e soprattutto da un punto di vista socio-psicologico. Quello che si auspica, attraverso il Modello ESA, è la visione del celiaco e della sua vita da prospettive diverse ma integrate.

Modello ESA – Corposanto

 

Ad oggi però gli studi del professore Corposanto continuano, e richiedono l’aiuto di tutti noi, attraverso la compilazione ANONIMA di un QUESTIONARIOche come ci spiega la dott.ssa BEBA MOLINARI:

…ha l’obiettivo di comprendere quanto  ed in quale misura la persona celiaca si consideri malata. Il focus è quello di costruire una scala che misuri il livello di malattia non dal punto di vista medico delle analisi cliniche, bensì dal punto di vista diretto della persona che vive la malattia quotidianamente.

Per tale motivo saranno oggetto di attenzione ed analisi 6 macro aree di approfondimento: ogni macro area è oggetto di una serie di domande formulate sotto forma di affermazioni rispetto alle quali la persona deve esprimere il suo grado di consenso. Tali domande sono somministrate attraverso un questionario online.

Riassumendo quindi la finalità è quella di sperimentare un questionario che possa essere il primo strumento al mondo attraverso il quale la persona possa collocarsi all’interno di un range che gli definisce il suo personale approccio alla malattia.

 Quindi non vi resta che dare una mano alla sana ricerca italiana per il nostro bene!

Ricordiamo che basta cliccare sul link QUESTIONARIO e vi si aprirà una nuova pagina web con l’avvio alle domande, che potrete compilare in maniera libera e anonima e…

RICORDATEVI DI DIFFONDERE E CONDIVIDERE!

 

Condividi questo post

Post Comment