Pandoro senza glutine, il tutorial

Pandoro senza glutine - Gluten Free Travel and Living
Pandoro senza glutine – Gluten Free Travel and Living

Che Natale è senza Pandoro?

Essere intolleranti al glutine non vuol dire rinunciare e noi siamo qui a dimostrarvi come anche noi possiamo trascorrere delle feste natalizie golose e piene di dolci.

I ringraziamenti vanno a Lucia Sinesi che ha concepito questa ricetta che da tantissima soddisfazione.

Per correttezza vi riportiamo la sua ricetta integralmente e vi indicheremo le eventuali modifiche che abbiamo apportato.

Pandoro senza glutine - Gluten Free Travel and Living
Pandoro senza glutine – Gluten Free Travel and Living

Vi invitiamo con molta veemenza a provarci a casa anche voi, non lasciatevi bloccare dall’ansia della prima volta, dal fatto che magari non possedete una planetaria, che non avete lo stampo… a tutto c’è rimedio.

Abbiamo girato un brevissimo tutorial a dimostrazione che si può e se possiamo noi, potete anche voi!

Vi ricordiamo che nel nostro repertorio abbiamo anche il panettone (anche quello gastronomico)e se volete potete fare l’en plein dei dolci natalizi.

Infine, potete attingere alle nostre raccolte in pdf, scaricabili gratuitamente, per ulteriori idee golose cliccando qui e qui.

L’area cucina vi augura un felice e mangereccio Natale gluten free!

Ingredienti:

Per il pre-impasto.

100 g Miscela per pane senza glutine Nutrifree

100 g acqua

12 g lievito di birra

1 cucchiaino di miele d’acacia

Per l’impasto.

150 g Miscela per pane senza glutine Nutrifree

70  latte in polvere senza glutine (o per prima infanzia)

60 g fecola di patate senza glutine

125 g burro a pomata

110 g zucchero semolato

5 g xantano

5 uova

40 g  burro di cacao ( oppure cioccolato bianco)

50 g  miele d’acacia

10 g rum (o aroma pandoro)

1 bacca di vaniglia

Scorza di limone e  di arancia grattugiate bio

 

Note:

Potete usare anche la Miscela per dolci lievitati della Molino Dallagiovanna.

Lo xantano è reperibile a marchio Nutrifree nei negozi di prodotti per celiaci e nelle farmacie con reparto di alimenti per celiaci.

Lo stampo da usare è da 1 kg.

Se non avete una planetaria, potete usare uno sbattitore elettrico munito di fruste a gancio.

Se non avete uno sbattitore, potete usare le mani, richiederà più tempo, ma è tranquillamente fattibile.

Se volete un pandoro di colore più chiaro, imburrate ma non infarinate lo stampo.

Potete conservare il pandoro chiuso nel cellophan per più giorni, se dovesse perdere di sofficità, scaldatelo pochissimi secondi in microonde.

Potete, come fa Lucia, lasciare macerare le scorze degli agrumi nel rum per una notte e poi frullare il tutto, se non gradite che si vedano nell’impasto.

Il latte in polvere è reperibile presso tutti negozi di prodotti per pasticceri, alcuni marchi sono senza glutine, accertatevi della sua assenza anche con una telefonata alla ditta produttrice, oppure usate il latte in polvere prima infanzia che di sicuro è privo di glutine.

 

 

Condividi questo post

17 Commenti - Scrivi un commento

  1. Gentilissima Sonia vorrei cimentarmi con questa ricetta, ma ho un problema enorme, sono allergica alle uova, con cosa le posso sostituire????Aspetto con ansia la tua risposta

    Reply
    1. Sonia Mancuso

      Salve Adele, personalmente non l’ho mai preparato senza uova, ma una nostra socia lo ha preparato, quindi le giro il link così può dare un’occhiata. Naturalmente se lei può consumare i latticini può tranquillamente usare latte comune e burro, oppure se vuole provare la versione vegana, a prova di intolleranze, può lasciare la ricetta così com’è. Aspetto il suo feedback per sapere come è andata. Nel frattempo felice Natale gluten free!
      http://blog.giallozafferano.it/cucinanolimits/417-2/#comment-2

      Reply
    1. Sonia Mancuso

      ciao, purtroppo no. La cosa che puoi fare è: vedere se hai una persona che conosci che ha bimbi neonati a cui chiedere di darti quei pochi grammi che servono, oppure nei negozi che vendono prodotti per pasticceri spesso vendono il latte in polvere in confezioni da 500 g o addirittura qualcuno ne fa delle confezioni da 250 g. Oltre questo non saprei cosa dirti, magari puoi fare un acquisto in gruppo con altre persone e dividervi la spesa e il prodotto. A presto

      Reply
    2. Anna Lisa Iacobellis

      Cinzia mi permetto di risponderti anche io. Vorrei informarti che ci sono latti in polvere che costano sui 10 euro e contengono due buste (ora non ricordo il nome e non sono a casa) da circa 500 gr. A parte questo, puoi tranquillamente congelarlo e si mantiene sempre in polvere senza rovinarsi anche oltre la scadenza 😉

      Reply

Post Comment