Koilia integrale: le farine senza glutine

Koilia integrale con semini, il nuovo mix provato oggi per voi

Koilia integrale- Gluten Free Travel and Living

Oggi proviamo la farina Koilia integrale che sostituisce il precedente Mix di cui vi abbiamo parlato in questo nostro precedente post. Sia Koilia che Conad (i due mix avevano la stessa composizione) hanno dunque eliminato il precedente prodotto a base di amido di frumento deglutinato eliminando così anche il latte.
Quella di cui  oggi vi parliamo è dunque la  Koilia integrale con semini, una farina per pane disponibile nei negozi. La linea Tuodì senza glutine è molto varia e potete averne un’idea cliccando qui

Riprendiamo dunque la nostra Rubrica Mix di farine senza glutine Croce e Delizia e analizziamo questo esperimento (ne abbiamo fatti molti altri, guardate la pagina riassuntiva)

Preparato per pane integrale Koilia Conf. da 500 € 3,59

Ingredienti di Koilia integrale con semini senza glutine e senza latte
Fecola di patate, farina di tapioca, farina integrale di grano saraceno, farina di riso, farina di ceci, semi di girasole e di lino, 7,4% farina integrale di mais, farina integrale di riso, antiagglomeante: cellulosa (E460) addendanti: farina di carrube (E410) idrossilpropilmetilcellulosa (E464); destrosio, sale. Farine integrali 22% sul totale.

La ricetta, sempre la stessa, ve la ricordiamo:

250 gr di farina
200 gr di acqua
Mezzo cucchiaino di miele
5 g lievito di birra fresco
2 cucchiai olio
1 cucchiaino di sale (circa 5 g)

Lavorato tutto nell’impastatrice ecco come risultava il composto

Koilia integrale- Gluten Free Travel and Living
Prima della lievitazione

Dopo circa due ore di lievitazione, l’impasto appariva così

Kolia integrale- Gluten Free Travel and Living
Dopo la lievitazione

Non potendo lavorare più di tanto il composto, che risulta slegato e sbricioloso, abbiamo dato una forma rotonda, segnato una croce sulla superficie e rimesso a lievitare con una ciotola capovolta per il tempo necessario a riscaldare la pietra refrattaria. Abbiamo preferito non pennellare con olio e acqua per lasciare al pane un aspetto più rustico da pane integrale. Via in forno dunque,  su refrattaria a 250° per 10/15 minuti e a 200° per 25/30 minuti. Il pane che abbiamo ottenuto con la Koylia integrale è bello e buono

 

 

Considerazioni: tutto sommato un buon pane, ma solo se amate i semini in eso contenuti e il sapore predominante della farina di grano saraceno. Comunque un’ottima possibilità di avere un pane integrale senza glutine con una sola farina. Il profumo è molto buono sia in lavorazione che in cottura. Durante la lavorazione (la ricetta da noi utilizzata è praticamente la stessa indicata sulla confezione) vi accorgerete che il composto non si compatta mai e tale rimane anche dopo la lievitazione. Il risultato finale infatti porterà a un pane che sbriciola molto quando lo si taglia. E’ davvero buonissimo se scaldato su una piastra e condito con semplice olio oppure con la classica bruschetta.

 

Ecco dunque cosa pensiamo di Koilia integrale con semini: 
Assorbimento liquidi: normale
Lievitazione prima della cottura: media
Lievitazione dopo la cottura: bassa
Lavorabilità dell’impasto: non lavorabile
Colore della crosta: medio
Qualità della crosta:  morbida
Umidità interna del pane: alta
Alveolatura della mollica: media
Odore: buono
Sapore: buono ma con forte nota di grano saraceno
Durata: il giorno dopo il pane resta morbido e saporito (ottimo da scaldare sulla piastra per la bruschetta)

Koilia integrale- Gluten Free Travel and Living

Questo post non ha sponsor

Post Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.