Un matrimonio da Favola a Gluten Free Travel and Living

matrimonidafavola
matrimonidafavola

 

 

Quando si vuole organizzare un matrimonio la prima cosa da fare è capire cosa si vuole e cercare di visualizzare nella nostra mente la versione finale di quello che tutti definiscono il Giorno più bello della nostra vita.

Vorrei parlavi di Ambra, di Matrimoni da Favola, una dolcissima ragazza che ha deciso di dedicare la sua vita lavorativa ai Matrimoni e agli eventi in generale. Ambra è una wedding planner e sa cosa significa realizzare un matrimonio perfetto, senza imprevisti, sa come curare ogni singolo dettaglio e cercare di far ricordare ai futuri sposi e a tutti gli invitati quel giorno con gioia e serenità.

matrimonidafavola
matrimoniodafavola

Visto che la nostra sezione nasce per una nobile causa, ho chiesto ad Ambra come gestirebbe l’organizzazione di un matrimonio gluten free e se ha mai avuto esperienze del genere.

 

matrimonidafavola
matrimoniodafavola

Il cibo è uno dei protagonisti principali di qualsiasi lieto evento e non può esimersi dall’essere al centro dell’attenzione anche per un futuro sposo celiaco o una futura sposa celiaca, o semplicemente per quegli invitati che oggi sempre di più richiedono menù specifici.

Il nostro obiettivo è quello di sensibilizzare quanti più ristoratori possibili e cercare di far sì che un evento grandioso e complesso come un matrimonio (o qualsiasi evento di altro tipo) risulti alla portata di qualunque invitato, ed in particolar modo di un celiaco.

Lascio la parola ad Ambra, che ci spiegherà come funziona il ruolo di un wedding planner e come potrebbe essere d’aiuto per l’organizzazione di un evento con richieste particolari.

 

 

 

 

 

 

 

Ambra di Un matrimonidaFavola
Ambra di Un matrimonio da Favola 

 

1.Ciao Ambra, raccontaci come nasce Matrimoni da Favola e di cosa ti occupi 

L’idea di Matrimoni da Favola nasce tanti anni fa, durante il periodo dei miei studi universitari. Questo progetto è rimasto per molto tempo chiuso in un cassetto. Nonostante facessi altre esperienze lavorative, negli anni ho continuato ad acquisire competenze e abilità nel settore dell’organizzazione di matrimoni ed eventi, attraverso corsi, workshop e percorsi esperienziali.

Quando si è presentata l’occasione di organizzare un matrimonio in cui era indispensabile questa figura, si è concretizzato il progetto di dare vita a Matrimoni da Favola. 

Con Matrimoni da Favola mi occupo di pianificare e organizzare il matrimonio attraverso una progettazione personalizzata e calibrata sui desideri e sulle esigenze della coppia. Il mio obiettivo è alleggerire gli sposi dal carico di stress che comporta l’organizzazione dell’evento, proponendo soluzioni nuove e alternative e avvalendomi della collaborazione di aziende e professionisti del settore altamente qualificati, per realizzare un matrimonio che tutti ricorderanno. Matrimoni da Favola segue gli sposi passo dopo passo, dalla scelta della data al momento del “Sì”.

 2.Hai mai organizzato un matrimonio con richieste particolari? Quali sono i mezzi e le competenze che sfrutteresti in tema di matrimoni su misura (ovvero matrimoni con richieste particolari)?

Finora non ho avuto occasione di organizzare matrimoni con particolari richieste, ma ho organizzato un matrimonio in cui erano presenti tipologie diverse di intolleranze, allergie e particolari diete, come la vegetariana e la vegana. Un mezzo che utilizzerei è la ricerca di informazioni, soprattutto sul web, volta ad approfondire conoscenze relative a particolari esigenze, scelte di vita e patologie. In relazione alle competenze, mi verrebbero in aiuto sia i miei studi sia le conoscenze acquisite in anni di contatti con persone con bisogni speciali. Quindi, con la stessa cura di sempre nella realizzazione di un evento, cercherei in ogni modo di far sentire a proprio agio i partecipanti.

3.Quanta importanza pensi che abbia il cibo nell’organizzazione di un evento? 

Io penso che il cibo sia uno dei veicoli più importanti per la comunicazione con l’Altro. Noi meridionali diamo a volte un altissimo risalto all’aspetto conviviale. Quanti di noi a un matrimonio notano l’allestimento o le bomboniere e quanti invece si ricordano di come hanno mangiato? Quindi posso affermare con certezza che il buon cibo a un matrimonio è fondamentale, sia per una questione di stile che soprattutto per una questione tipicamente tradizionale.

 4.Hai mai organizzato un matrimonio Gluten free? 

Ho organizzato un matrimonio in cui era presente una persona celiaca, ed è stata prestata la giusta attenzione al cibo proposto, grazie soprattutto all’azienda che ha curato il catering, che si è dimostrata molto disponibile. Non è stato preparato il solito menù privo di glutine (e di fantasia) che talvolta superficialmente viene proposto, piuttosto sono state scelte delle pietanze di qualità e fantasia pari al menù proposto per gli altri ospiti.

5.Quali sono i momenti o i singoli aspetti di un matrimonio che secondo te le esigenze di una persona celiaca potrebbero chiamare in causa?

Sarebbe sbagliato pensare solo al momento del ricevimento. Ovviamente il coinvolgimento riguarda molteplici aspetti, dalla scelta dei confetti alla prova del menù del ricevimento fino alla programmazione del viaggio di nozze, qualora ad essere affetto da celiachia sia uno degli sposi.

6.Hai idee o consigli da dare a chiunque si prepari ad organizzare un evento fai da te con delle esigenze specifiche? 

Da organizzatrice di matrimoni ritengo che quando ci sono particolari esigenze, siano imprescindibili l’aiuto, il supporto e le competenze di una persona esperta. Incaricare l’amica di sistemare i ventagli in chiesa o la sorella di controllare che i segnaposto siano posizionati correttamente sono responsabilità che vengono caricate su invitati che altrimenti potrebbero condividere appieno con gli sposi ogni singolo momento della giornata. Il matrimonio è un evento unico e una professionalità al fianco degli sposi fornisce garanzie di riuscita certamente maggiori. Tuttavia, chi non prevede la presenza di questa figura deve, a mio avviso, cercare di prevedere tutte le esigenze ed eventuali imprevisti con il più ampio anticipo possibile, perché naturalmente il giorno delle nozze tutto dovrà scorrere autonomamente.

7.In che cosa un wedding planner, secondo te, potrebbe essere più efficace e produttivo nell’organizzazione di un evento, rispetto ad un’organizzazione personale? 

Nella cura dei dettagli e nella scelta dei fornitori. Il coinvolgimento emotivo di una sposa può far tralasciare alcuni particolari che una figura professionale e “distaccata” può, soprattutto grazie alla propria esperienza, gestire con maggior puntualità. Per quanto riguarda la scelta dei fornitori una wedding planner fornisce un portfolio di opportunità e professionalità già comprovate.

8.Secondo te è possibile sensibilizzare location o pasticcerie al fine di realizzare pietanze sicure per tutte le persone celiache o intolleranti? Cosa bisognerebbe fare per far sì che queste strutture siano preparate in anticipo? 

Si, certo. E’ possibile sensibilizzare catering e ristoratori, anche perché finalmente le problematiche connesse alla celiachia sono diffuse a livello capillare. L’informazione e la scelta di un menù concordato e adeguato saranno i mezzi migliori per una riuscita ottimale ed in questo la pianificazione operata da una wedding planner può risultare fondamentale.  

9.Ti è mai capitato di trovare reticenze nel richiedere a ristoratori un pranzo o una cena senza glutine? 

No, a me non è mai capitato.

Trovate Ambra qui, sulla pagina facebook di Matrimoni da Favola

matrimonio gluten free
matrimonio gluten free

Sperando di aver chiarito un po’ di idee e aver dato degli spunti a tutti coloro che si stanno cimentando nell’organizzazione di un evento, vi ricordo che nei prossimi post parleremo di idee golose per i vostri Matrimoni gluten Free.

 

 

Condividi questo post

Un Commento - Scrivi un commento

Post Comment