Weekend a Napoli senza glutine

Napoli senza glutine in un weekend!

Questa breve vacanza a Napoli senza glutine è finalmente arrivata dopo un lungo e piovoso inverno. Finalmente le belle giornate di primavera sono arrivate e fanno venir voglia di uscire, passeggiare all’aria aperta e concedersi un po’ di relax.

Il nostro itinerario di viaggio parte da Roma Termini a bordo del Freccia Argento di TrenItalia con tariffa weekend Speciale 2×1. Arriviamo dopo circa due ore alla Stazione Centrale di Napoli-Garibaldi.

Stazione Napoli Centrale -Gluten Free Travel and Living

Un luogo immerso nella città, che mi sarei aspettata molto più antico e vissuto ed invece mi ha stupita positivamente per la sua grandezza, modernità e organizzazione. All’interno della stazione si trovano tutti i collegamenti utili agli spostamenti in città: treni, taxi, fermate bus cittadini, funicolare e  anche i collegamenti per il famosissimo sito archeologico di Pompei; per non parlare dei numerosi negozi di tutti i tipi e delle decine di ambulanti che cercano insistentemente di venderti qualsiasi cosa (e non è un cliché!).

Abbiamo alloggiato, prenotando tramite il portale AirBnB,  in una zona molto tranquilla, centrale e ben collegata: Piazza Giacomo Matteotti, a 300 metri dalla fermata metro TOLEDO.

Quest’ultima è molto conosciuta e citata in svariate guide turistiche, non solo perché conduce nell’affollatissima e turistica via Toledo, ma perché la stessa fermata metro è estremamente moderna, particolare e ricca di reperti storici del XV secolo.

Metro Toledo Napoli – Gluten Free Travel and Living

La zona per l’appunto è perfettamente servita da bus, metro, supermercati, negozi, bar e gastronomie, qualche localino take-away, ma fin qui ben poco  per i celiaci. Tuttavia basta fare due passi a piedi per raggiungere via Toledo e avere una vasta scelta di ciò che occorre anche se molto più turistico.

Ci teniamo a precisare che al momento della prenotazione dell’alloggio non abbiamo precisato che io fossi celiaca, perchè di solito, soprattutto in questi appartamenti in condivisione si è soliti fare da sè per le colazioni e gli altri pasti della giornata; tuttavia chiacchierando un po’ con il gentilissimo ragazzo che ci ha ospitati è venuta fuori la mia necessità alimentare e l’indomani ci ha fatto trovare merende e confetture glutenfree!

Questo per dire, che non è poi così difficile, basta organizzarsi e volerlo!

Il nostro tour in città inizia proprio dall’alloggio, direttamente a piedi…

Percorrendo via Monteoliveto circa 250 metri a piedi, siamo arrivati a Piazza del Gesù Nuovo, una delle piazze più importanti, famose e simbolo del centro storico di Napoli. La piazza deve il suo nome all’omonima chiesa del Gesù, meravigliosa e particolare. Al centro della piazza un imponente obelisco dedicato all’Immacolata.

 

Quasi adiacente alla Piazza si trova il celebre COMPLESSO MONUMENTALE DI SANTA CHIARAun luogo davvero fuori dal tempo!

Da lì si è quasi fatta ora di pranzo e ci dirigiamo verso la famosissima SPACCANAPOLI, l’insieme di più vie che dividono la città di Napoli; vie ricche di botteghe artigianali, ristorantini, un’infinità di chiese meravigliose, piccoli negozi di souvenir, panifici e pasticcerie, dove babà e pastiere la fanno da padroni.

Napoli senza glutine -Gluten Free Travel and Living

Fate anche una breve deviazione a via di San Gregorio armeno, la via dei  Presepi.

Purtroppo fin qui niente di speciale per noi celiaci a parte qualche gelateria…finchè non abbiamo trovato in via dei Tribunali la PIZZERIA VESI

Locale centralissimo, piccolo e spartano, con qualche tavolo all’aperto. Non c’è possibilità di asporto e bisogna attendere molto. Io non avevo mai assaggiato un impasto di pizza napoletana e devo dire che è molto differente dalle classiche pizze romane o siciliane. Un impasto molto morbido, elastico e sottile il giusto. Io che amo la croccantezza dei bordi sono rimasta un po’ delusa, ma la pizza è molto buona e di qualità.

Il momento della cena a Napoli senza glutine è stato scelto con cura, valutando mille opzioni, sentendo mille pareri e spulciando per bene il web e abbiamo deciso di cenare da MASCAGNI – RISTORANTE PIZZERIA 

Abbiamo prenotato con anticipo perché pur non essendo in una zona centrale il locale è molto frequentato.
La pizzeria si trova a circa 10 km dal nostro alloggio e comunque in una zona non turistica, ma facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici e una breve passeggiatina; basta prendere la metro a Toledo e scendere a Quattro Giornate, da lì restano solo 5 minuti da percorrere a piedi.

Ne è valsa la pena!

 

Abbiamo provato la crocchetta di patate, la pizza fritta e un calzone con scarola, bufala, scamorza e olive…Tutto OTTIMO. Infine, ci siamo deliziati con una fetta di crostata alle fragole fatta in giornata.
Il locale molto pulito, curato e il personale di sala gentile e affabile.

Di ritorno dalla pizzeria ci siamo concessi una breve passeggiata serale per assaporare la movida notturna napoletana, senza troppi eccessi, ed è stato molto piacevole.

Abbiamo fatto un salto a Piazza Dante, che sembra essere luogo di ritrovo di molti giovani della città e da lì ci siamo intrufolati in rumorose viuzze semilluminate con piccoli bar , caffè letterari, piccoli e accoglienti pub.
Sbucati a Piazza Bellini sembrava essere mezzogiorno per la quantità di giovani che affollavano la zona.

Il giorno seguente ci siamo concessi una colazione un po’ più lontano da casa, per provare questo rinomato bar-pasticceria-gastronomia anche glutenfree: RESCIGNO, in via Foria, nei pressi di Piazza Cavour.

Un bar molto elegante, con tavoli all’interno e all’aperto e con molta scelta per noi celiaci.
Sazi e soddisfatti, ci siamo diretti verso il mare, zona metro Municipio, per ammirare il bellissimo Maschio Angioino

Da lì abbiamo percorso il litorale per giungere alla Galleria Umberto I

Piazza del Plebiscito e il Palazzo reale

Nei pressi c’è questo nuovo locale molto raffinato ma semplice, che offre pizza, fritti e sfizi 1000 GOURMET oppure MAMMINA molto conosciuto e rinomato.

Noi abbiamo optato per un semplice gelato in sostituzione del pranzo perché ci aspettava una cena da urlo, non proprio napulè,  ma molto irish. Ci siamo goduti per qualche minuto ancora il litorale con Castel d’ Ovo e la magnifica vista da lontano del Vesuvio.

Proprio perchè ci aspettava questa cena molto english nei pressi del VOMERO, la parte alta della città, ci siamo fatti questa bellissima passeggiata in funicolare per ammirare Napoli dall’alto e visitare la Certosa e il Museo di San Martino.

weekend gluten free napoli

 

Ed ecco finalmente il momento della cena, presso il pub -braceria BIERKELLER

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’ultimo giorno lo abbiamo dedicato a quei luoghi che immancabilmente non potevamo andar via senza vedere, fra questi:

il DUOMO

NAPOLI SOTTERRANEA 

Un tour molto interessante e suggestivo, all’interno del quale è possibile attraversare secoli diversi e vedere come è cambiata la città partenopea.

MUSEO CAPPELLA SAN SEVERO

E’ stato l’unico posto dove abbiamo fatto un’estenuante fila di ore per poter entrare, ma ne è valsa davvero la pena. In una zona così degradata si ci ritrova, varcando la porta, all’interno di questo diamante artistico e architettonico, non solo per il CRISTO VELATO, ma per la cappella in sè; un tripudio di marmi, colori, sculture e arricchimenti artistici. Meraviglioso!
Ovviamente non era possibile fare foto.

 Prima di lasciare Napoli abbiamo fatto un’ultima capatina in una pasticceria senza glutine molto conosciuta e rinomata dai celiaci napoletani: SIANI SENZA GLUTINE

Purtroppo le pasticcerie Siani non si trovano in luoghi molto centrali e neppure molto facili da raggiungere con i mezzi pubblici, quindi andare da loro sarebbe proprio una bella deviazione al vostro itinerario turistico, ma diciamo che ne è valsa la pena. Ero molto entusiasta di provare le loro sfogliatelle senza glutine ma sono rimasta molto delusa, poichè mancano proprio di quella leggerezza e “sfogliosità” che contraddistingue quelle glutinose, tuttavia mi rendo conto che è quasi impossibile attenere quel tipo di impasto e quindi meglio ripiegare allegramente su babà e bignè!

Il nostro weekend a Napoli finisce qui, in questo angolo di dolcezza e con alcune foto che ci sono rimaste impresse e che rappresentano a nostro avviso la contraddizione di questa meravigliosa città: bella ma spesso abbandonata, solare ma disordinata, ricca di cultura, bontà cittadina ma anche temibile.

BUON WEEKEND A NAPOLI #glutenfree

Gluten Free Travel&Living, pur consigliando e fornendo indicazioni circa gli esercizi che garantiscono una cucina senza glutine, non si assume alcuna responsabilità circa la sicurezza stessa del servizio che rimane esclusivamente a carico del locale che lo offre.

 

PIZZERIA VESI
via dei Tribunali
Tel. 081.299995

PIZZERIA MASCAGNI
Via P. Mascagni
tel. 081.5602900

PUB BIERKELLER
Via Via Enrico Alvino
Tel.  081 558 6558

BAR PASTICCERIA RESCIGNO
Via Foria 40
tel.081 211 0810

PASTICCERIA SIANI
Via J. F. Kennedy 333 – FUORIGROTTA
via Domenico Fontana – NAPOLI

 

 

 

 

 

Post Comment