AmoEssere Tre Mulini: Croce e delizia pane senza glutine

AmoEssere Tre Mulini, pane senza glutine

E oggi, per la rubrica Croce e Delizia, parliamo di una nuova farina: AmoEssere Tre Mulini.

Ho trovato questa farina al supermercato. Effettivamente non un qualsiasi supermercato, ma in uno super economico: Eurospin.

Ovviamente non appena ho visto tutta la linea ho strabuzzato gli occhi perché il prezzo è davvero contenuto.

Non ho esitato nemmeno un momento e ho comprato tutto!

Naturalmente la farina è andata dritta dritta in questa rubrica.

Sperimentare la riuscita di una farina per un pane con la stessa ricetta, mi da una certa soddisfazione.

pane senza glutine con farina AmoEssere 5400

E così mi sono messa di buzzo buono e ho provato per voi.

Partiamo dalla composizione. Gli ingredienti di questo Mix sono: amido di mais, farina di riso, amido di tapioca, zucchero, addensanti: gomma di tara e gomma di xantano, sale, fibra di Psyllium, emulsionante: mono- e digliceridi degli acidi grassi. Venduta con lievito secco che può contenere tracce di soia.

 

La ricetta base da noi scelta,  è la seguente:

250 gr di farina AmoEssere Tre Mulini per pane e pizza

200 gr acqua

mezzo cucchiaino di miele

5 gr lievito di birra fresco

2 cucchiai di olio

1 cucchiaino di sale

Abbiamo come al solito sciolto il lievito nell’acqua e poi abbiamo lavorato la farina in planetaria con i liquidi. Successivamente abbiamo unito l’olio e infine il sale lavorando l’impasto per almeno dieci minuti.

L’abbiamo quindi posto in una ciotola e lasciato lievitare fino al raddoppio (circa 2/3 ore)

A circa mezz’ora dal termine della lievitazione abbiamo riscaldato la pietra refrattaria a 250° sotto il grill (se non l’avete potete usare una teglia da forno) per circa 40 minuti.

Abbiamo ripreso l’impasto, messo su un piano leggermente infarinato con farina di mais finissima e senza lavorarlo troppo gli abbiamo dato la forma di una pagnotta che abbiamo coperto a campana con una ciotola.

Poi abbiamo portato la pietra al secondo gradino del forno e la temperatura a 250° funzione statica. La pagnotta è stata spennellata con una emulsione di acqua e olio e infornata per 10 minuti a 250° e per 25/30 minuti a 200°.

Ecco cosa abbiamo rilevato dall’esperimento:

Lievitazione prima della cottura: normale

pane senza glutine con farina AmoEssere 5398

Lievitazione dopo la cottura: normale

pane senza glutine con farina AmoEssere 5399

Lavorabilità dell’impasto: morbido, ma lavorabile

Colore della crosta: medio/scuro

Qualità della crosta: croccante, ma sottile

Umidità interna del pane: media

pane senza glutine con farina AmoEssere 5404

Alveolatura della mollica: media

Odore: di pane, senza altri influssi

Sapore: molto buono senza alcun retrogusto

Durata: non lo so (non abbiamo resistito e l’abbiamo mangiato subito).

N.B. Riducendo la quantità di acqua di circa 15 gr otterrete un pane altrettanto buono ma “modellabile” in forme più piccole e quindi più facilmente lavorabile

Promossa dunque a pieni voti la farina senza glutine AmoEssere Tre Mulini per pane e pizza che noi abbiamo anche provato per la pizza e per degli ottimi biscottini.

Condividi questo post

2 Commenti - Scrivi un commento

  1. Mariolina Marino · Edit

    Ma non le è sembrata troppo dolce questa farina? A me si. Io l’ho usata per la pizza e non andava bene per una preparazione salata.

    Reply

Post Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.