Crostata alle fragole di Cyril Lignac, senza glutine

La Tarte aux fraises di Cyril Lignac, ma senza glutine

Tarte alle fragole di Cyril Lignac, senza glutine - Gluten Free Travel and Living
Tarte alle fragole di Cyril Lignac, senza glutine – Gluten Free Travel and Living

Cyril Lignac è un giovane e stellato pasticcere francese.

Molto conosciuto in Francia, è proprietario di numerosi ristoranti e di una pasticceria a Parigi e vanta apprendistati con nomi celebri come Ducasse e Hermé.

Come tutti i pasticceri di grande abilità, si diletta nella creazione di capolavori di altissima pasticceria, decisamente inarrivabili per i non addetti ai lavori.

Ma capita poi di imbattersi in creazioni alla portata di tutti come questa Crostata alle fragole ed ecco che scatta la voglia di sglutinarla.

Crostata alle fragole di Cyril Lignac, senza glutine - Gluten Free Travel and Living
Crostata alle fragole di Cyril Lignac, senza glutine – Gluten Free Travel and Living

Come la maggior parte delle pietanze, più è semplice e  più è buono.

Solo due basi come una crema pasticcera e una pasta frolla, ma entrambe si discostano leggermente da ciò a cui siamo abituati. Tuorli in entrambe le basi.

Qui, invece, viene usato l’uovo intero per la crema pasticcera e anche per la pâte sucrée, o pasta frolla.

Lo sglutinamento è stato facilissimo! La crema di per sé era già senza glutine, mentre per la frolla abbiamo scelto un mix, ma potete anche usare delle farine naturalmente gluten free.

Inutile dire che la bellezza del dolce sta nelle fragole, quindi scegliamo le più belle e più rosse che riusciamo a trovare e poi …via di decorazione.


Ingredienti:

Per la pasta frolla:

1 uovo

130 g burro

210 g farina (Miscela per dolci senza glutine Le farine dei nostri sacchi)

90 g zucchero a velo senza glutine

35 g farina di mandorle

un pizzico di sale

per la crema pasticcera:

2 uova

50 g zucchero semolato

30 g maizena senza glutine

400 ml latte

vaniglia o estratto di vaniglia

500 g fragole

foglioline di menta

 

Procedimento:

Preparate la frolla.

Versate nel boccale di un mixer tutti gli ingredienti previsti, tranne l’uovo e miscelate.

Unite l’uovo e miscelate ancora.

Versate la frolla, che sarà molto morbida, su un foglio di carta da forno, appiattitela e riponetela in frigo per circa un paio d’ore.

Crostata alle fragole di Cyril Lignac, senza glutine - Gluten Free Travel and Living

Nel frattempo, occupatevi della crema.

Miscelate in una casseruola le uova, con lo zucchero, estratto di vaniglia o semi di una bacca di vaniglia e la maizena.

Diluite con il latte, mettete la casseruola sul fuoco e cuocete la crema finché non comincia ad addensare.

Cuocete, mescolando di continuo, per 3′ da quando comincia ad addensare.

Versate la crema in un contenitore, copritela con pellicola a contatto e fatela raffreddare.

Una volta tiepida o fredda, riponetela in frigo per qualche ora.

Crostata alle fragole di Cyril Lignac, senza glutine - Gluten Free Travel and Living

Riprendete la pasta frolla, stendetela su un disco di carta da forno e mettetela, con tutta la carta, in uno stampo da 20 cm.

Livellate i bordi, bucherellate tutta la superficie con i rebbi di una forchetta e rimettete lo stampo in frigo per circa un’ora.

Coprite la frolla con un secondo disco di carta da forno e riempitelo di ceci secchi, o fagioli secchi.

Cuocete la crostata a 180° per 15′ (cottura in bianco), rimuovete i ceci secchi e la carta delicatamente e rimettete in forno per altri 10′.

Fate raffreddare per qualche ora la crostata prima di toglierla dallo stampo.

Prendete la crema dal frigo, mescolatela con vigore per lisciarla e riempite lo stampo con la crema.

Crostata alle fragole di Cyril Lignac, senza glutine - Gluten Free Travel and Living

Lavate, asciugate e tagliate a fettine le fragole.

Decorate la torta a piacere e terminate con qualche piccola fogliolina di menta qui e lì.

La crostata va conservata  in frigo.

 

Note:

La frolla basta per due torte, quella che avanza può essere congelata.

Noi abbiamo usato farina di mandorle non pelate, ecco il perché di quel colore beige della nostra frolla.

La torta va consumata fredda ed entro massimo 24 ore. Se avete neccessità che duri un giorno in più, potete pennellare la frolla di cioccolato fondente fuso da fare rapprendere prima di farcirla con la crema.

Usate della gelatina alimentare a freddo per lucidare la frutta, diventa più bella e non appassisce. Ne esiste anche una versione a spray senza glutine.

La ricetta originale di Cyril Lignac è qui.

Condividi questo post

Post Comment