Mandorle e Miele; intervista ad Agnese Cimino

Agnese Cimino è la vulcanica, instancabile e meravigliosa imprenditrice che oggi vi presentiamo!

Agnese Cimino
Agnese Cimino
Foto by Grado18

Agnese Cimino è: un sorriso perenne, un fiume in piena che non si arresta mai, un B&B, una pasticceria e mille idee che puntualmente si realizzano. Agnese Cimino è la donna coraggiosa che tutti vorremmo essere e oggi la abbiamo intervistata e vogliamo farvela conoscere da vicino

 

Chi è Agnese Cimino?

Agnese Cimino è una ragazza (e mi tolgo qualche anno) che ha studiato architettura e che per mantenersi lavorava in un piccolo bar pasticceria a Venezia. Si è laureata e dopo 10 anni di libera professione, ha deciso che era più importante seguire un sogno! E ancora questo sogno mi appassiona tantissimo

 

Raccontaci come sei rotolata dai bellissimi Castelli Romani fin giù nel meraviglioso Salento per iniziare una nuova fase di vita

Mi sono trasferita in Salento per lavoro. Avevo vinto una borsa di studio per il CNR ibam E poi mi sono innamorata della zona e ho fatto trasferire anche mio marito vicentino

Come e quando hai scoperto di essere celiaca?

A 20 anni dopo un lungo percorso e peregrinazioni comune, purtroppo, a molto celiaci. Tra sale d’aspetto fredde e piene di riviste scadute, medici incompetenti e poi… La diagnosi quasi un sogno! Non sono impazzita a dre una cosa del genere, ma nel mio caso (e penso in molti altri), la diagnosi di celiachia è arrivata come una notizia “positiva” in un momento in cui si prospettano tantissime altre malattie (anche più gravi) o peggio la solita frase “sarà lo stress signorina” che non risolve nulla e che protrae dubbi, malesseri e preoccupazioni. Sicuramente, grazie alla celiachia, io stessa mi sono rimessa in gioco. Adoro viaggiare ma a questo punto ho cominciato a pensare: smetto di viaggiare o comincio a farlo con la valigia piena di cibo? Non solo ho scelto la seconda opzione ma ho maturato la convinzione di dover fare qualcosa per aiutare tutti gli altri viaggiatori celiaci

 

Ed è qui che la nostra intraprendente e frizzante Agnese Cimino comincia ad accarezzare un sogno, vero? Che poi è il sogno che ogni celiaco (o quasi) vorrebbe realizzare nella sua vita. Un Bed & Breakfast senza glutine!!! Stiamo parlando di Iomammata&tu un paradiso immerso fra gli ulivi secolari del Salento. Vai Agnese, siamo tutti orecchie!

Quando sono arrivata in questo posto, circa 15 anni fa, è stato subito amore a prima vista perché, sul terreno, ci sono 6 trulli antichi: erano tutti ricoperti di pale di fico d’india (che ho sradicato con le mie stesse mani lasciandole piene di spine per intere settimane) ma dall’ingresso dei trulli si vedeva il mare ed era la cosa più bella che avessi mai visto! Io e mio marito, con l’aiuto della mia mamma, abbiamo deciso di trasferirci e restaurare la struttura che abbiamo appunto chiamato Iomammata&tu! Abbiamo aggiunto altre 3 camere indipendenti, una grande sala comune, la piscina e restaurato  il primo trullo creando una dependance. Mi piaceva l’idea di un enorme tavolo per le colazioni dove stare tutti insieme a mangiare con il canto delle cicale in sottofondo a spezzare il silenzio circostante. Tutto è stato realizzato con lo spirito di creare sinergie tra gli ospiti, cercando di farli sentire come a casa.

Tutte le torte per la colazione sono senza glutine, il pane, i corn flakes e tutto il resto, in pratica non c’è possibilità di contaminazione e anche chi mangia con il glutine non si è mai lamentato del gusto dei miei dolci! Così da garantire un momento di vera vacanza e relax per tutti

 

 

 

 

 

 

 

Noi però sappiamo che tu non potevi di certo fermarti al primo sogno realizzato e circa 6 anni fa nasce “Mandorle e Miele” una pasticceria/rosticceria completamente senza glutine. E allora…racconta Agnese e facci sognare!

Agnese Cimino

Si, è vero. Con il B&B ci stavo prendendo gusto a preparare dolci senza glutine ma nasco  totalmente come autodidatta. La mia guru in cucina era, udite udite, nientepopodimenoche…Nonna Papera!
Giuro che non scherzo a dire che ho cominciato a glutinare proprio le sue ricette !
Poi, quasi per sfida, ho iniziato a farlo con preparazioni più impegnative e complesse affidandomi ai libri di pasticceri sempre più blasonati. Ho scoperto che mi piaceva tantissimo e ho pensato che poteva diventare  un lavoro. All’inizio tutto è cominciato quasi per gioco: un finanziamento ci ha permesso di acquistare i macchinari e un mutuo, il mutuo ci ha obbligato a continuare il lavoro per poter pagare le rate. Siamo partiti in due,  io e un giovanissimo pasticcere. Dopo pochi mesi sono però rimasta sola (io e il mutuo più precisamente) e ho capito che dovevo metterci tutta me stessa! Il nome “Mandorle & miele” viene da  una vecchia canzone che mi canticchiava mio marito quando mi vedeva ai fornelli. Lui è vicentino e nella pasticceria della loro tradizione si prepara  un torrone morbido a base appunto di mandorle e miele. Sono i miei ingredienti preferiti e che uniscono ogni parte di Italia da nord a sud.

Agnese Cimino

E come hai fatto a trasformarti da autodidatta a bravissima pasticcera quale sei ora? Tanto da aver addirittura spostato il tuo locale in un posto più grande e appetibile

Corsi veri e propri di pasticceria senza glutine non ne ho mai seguiti, ma ho cercato di comprendere come recuperare le tecniche della pasticceria tradizionale e applicarle alle mie esigenze. Ho seguito moltissimi corsi di perfezionamento, sono stata ospite in alcune pasticcerie e ristoranti. E ho cercato di rubare con gli occhi.
Sono stata sempre ben accolta e il confronto è sempre la strada  che da i frutti migliori.
Con lo chef Gianvito Matarrese (vincitore della trasmissione 4 ristoranti con Alessandro Borghese) abbiamo partecipato al concorso Dolmen d’oro proponendo un menu completamente gluten free. Siamo stati premiati per la proposta più equilibrata ed è stata una esperienza bellissima e ricca di soddisfazioni
Sono stata pochi giorni ospite nel ristorante stellato Pasha di Conversano: impastare con la chef Maria Cicorella taralli e focaccia senza glutine per il suo ristorante, confrontarsi su antiche ricette e tradizione sarà uno dei ricordi che porterò con me sempre.
Tutto questo per dire che l’esperienza sul campo, unita alla passione e all’entusiasmo, sono sicuramente la miglior gavetta che si possa fare.
E a proposito di begli incontri, non posso non citare quello con la Community di Cucina Mancina!
L’entusiasmo e la carica di Lorenza Dadduzio, unitamente al suo magico sorriso, mi hanno conquistata in un momento in cui tutto era ancora all’inizio e la nostra collaborazione si è facilmente trasformata in una preziosa amicizia.

Cosa trovano i celiaci affamati nella tua pasticceria?

Ogni tipo di dolce: tipico salentino come i pasticciotti ma anche di tradizione italiana in genere, torte di compleanno, dolci delle feste, colazioni e ogni ben di Dio. Anche la parte salata è molto gradita con tarallini, friselle, focacce e pane (Le nostre Puccette salentine le abbiamo realizzate con le indicazioni di Agnese Cimino, n.d.r.).
Tutti i miei prodotti sono senza glutine e quasi tutti senza latte

 

 

 

 

 

 

 

 

Prima di salutarti ti facciamo un’ultima domanda (e già temiamo la risposta): Ti senti appagata o pensi che nel futuro tirerai fuori ancora qualche sorpresa dal tuo magico cilindro?

Bella domanda… Chissà!
Sono felice. Sono molto felice per il mio lavoro, per quello che ho creato e sto creando.
Ma lo scopo del “gioco” è sempre quello di crescere altrimenti che divertimento c’è?!
Essere curiosi nel proprio lavoro, chiedersi sempre il perché… E io sono molto curiosa!
Mi piace confrontarmi con le persone e infatti  nel mio nuovo locale ho ritagliato un piccolo spazio per il contatto con pubblico. Con l’arrivo dell’inverno vorrei organizzare dei piccoli incontri con nutrizionisti, dei pomeriggi a tema con esperti erboristi, o piccoli cooking show con chef…
Coinvolgere sempre di più le persone per far conoscere i piccoli produttori del territorio e realizzare dei dolci a tema, magari coinvolgendo i bambini..
Raccontare delle proprietà e dei sapori delle erbe spontanee, di ingredienti antichi come la carruba, della pasticceria, delle tradizioni, delle nuove tecniche come le fermentazione e le germinazioni…

Si, lo ammetto, ho ancora tantissimi progetti in mente da infiocchettare!!!

 

Agnese Cimino

 

 

E noi possiamo solo dire: Agnese sei unica, non cambiare mai!

 

B&B Iomammata&tu
Via Torre Sinfonò
73040 Alliste LE
Tel. 328 488 9416

Mandorle & Miele
Corso XX settembre 167
Casarano (LE)
Tel. 324 628 1005

Post Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.