Intervista a Roberto Malfatto ovvero l’organizzazione dietro il GF Days

 

Lanificio Factory

Cosa c’è dietro un grande evento come il Gluten Free Days? La risposta è semplice: una grande organizzazione. In questo caso di tratta del Lanificio Factory, che è una realtà innovativa, multidisciplinare, e creativa. Forse è uno dei pochi esempi di come potrebbe diventare il fare impresa in un questa società post industriale e liquida, come dice il grande sociologo Zygmunt Bauman,

Cosa è il Lanificio e come sia entrato nel mondo “gluten free” ce lo siamo fatti raccontare direttamente da chi lo ha creato: l’architetto Roberto Malfatto.

  1. GFTL: Cosa è il Lanificio?

RM: Il lanificio è un grande edifico postindustriale posto sulle rive dell’Aniene nel quartiere di pietralata .Nato come fabbrica è poi diventato un centro di attività di piccolo artigianato . Oggi ospita studi di design/architettura / comunicazione / scuole di danza e fotografia e molteplici attività creative e di entertainment

2. GFTL: Come è venuta l’idea del lanificio Factory

RM: La mia attività è sempre stata nell’organizzazione di eventi e quando 15 anni fa ho visto lo spazio con le sue grandi vetrate sul fiume ho pensato che quello fosse il luogo ideale per costruire un centro di produzione creativa per il quartiere e per Roma.

3. GFTL: Come siete organizzati?

RM: All’interno del lanificio operano due strutture organizzative che occupano le aree destinate alle spalle iniziative pubbliche. Ognuna lavora in autonomia ma in collaborazione con l’altra per la condivisione delle aree e delle attività secondo calendari comuni .

Il Lanificio factory che è la organizzazione originaria, svolge soprattutto attività culturali , dedicate alla cultura gastronomica come il GLUTEN FREE DAY , all’arte con lo URBAN BREATH PROJECT .- evento di street art con quale ha vinto il premio simpatia del Campidoglio nel 2015 e inoltre eventi di moda / fotografia e comunicazione sia all’interno del Lanificio che nel resto della città.

 

lanificio5

4. GFTL: Quali sono le attività che hanno maggior rilevanza tra tutte quelle realizzate dal Lanificio

RM: Se per rilevanza si intende il valore economico sicuramente , negli anni , la produzione di eventi privati e/o aziendali .

Altri elementi rilevanti delle attività riguardano la parte gastronomica che vede il Lanificio Cucina protagonista della scena romana e il lanificio officina che si occupa di recupero di mobili e di produzione artigiana di elementi di arredo .

5. GFTL: Il Lanificio è strettamente legato al territorio romano o realizza attività anche nel resto d’Italia

Lanificio factory , come concept creativo globale lavora in tutta Italia. La struttura operativa per ora resta solo quella romana

6. GFTL: Come è nata l’idea del GF Days?

Ho una nipote celiaca e, negli anni, ho imparato a conoscere bene le difficoltà e le problematiche di questa intolleranza.

Inoltre non esisteva e non esiste alcun altro evento da Firenze in giù che sia dedicato alle tematiche e all’approndimento delle iniziative delle ricerche gluten free.

Così, quello che è cominciato come il desiderio di dare un contributo e si è trasformato in un evento consolidato

7. GFTL: Il GF Days è alla sua 4° edizione, come è cambiato dalla prima?

È cambiato tutto . Dalla location all’approccio all’evento , all’offerta di servizi alle aziende e ai visitatori .Oggi è un evento consolidato e strutturato che cerca di offrire un panorama davvero esaustivo su tutta la filiera glisten free.

8. GFTL: Che cosa caratterizzerà l’edizione 2016?

Direi che la novità principale è nella serie di Servizi e informazioni che quest’anno offriamo ai visitatori

Si tratta di un format unico nel suo genere, perché coniuga l’innovazione delle aziende produttrici di alimenti glutenfree , la ristorazione di qualità e l’approfondimento medico-scientifico fino ad arrivare alla diagnosi della celiachia.

Obiettivo del Gluten Free Days è offrire ai celiaci e a quanti per diverse ragioni scelgano di mangiare senza glutine, un ambiente a loro misura, in cui possano trovare non solo una alimentazione corretta ma anche una gastronomia di grande livello oltre ad eventi, approfondimenti , consulenze psicologiche , divertimento per i bimbi e informazione scientifica. Tutto a portata di mano!

9. GFTL: Come vede il futuro del settore senza glutine?

Certamente è un settore in grande fermento e credo che il futuro sia quello di immaginare un salto di qualità del cibo gluten free : uno standard nuovo che dalla semplice ” alimentazione corretta ” passi ad una “gastronomia dedicata “. Non a caso abbiamo scelto come claim “il vero peccato di gola sarà non esserci ” . Cucinare sano è un obbligo ma da oggi deve essere sempre e di più “Cucinare buono “!

10. GFTL: Pensate di qualche iniziativa speciale legata anche alle altre intolleranze, come lattosio o altro?

Iniziative dedicate così mirate sono difficili . È evidente che le intolleranze sono sempre più diffuse e quindi anche su quelle va acceso un faro di attenzione

11. Un’ultima cosa, Lanificio ha anche un ristorante. È Gluten Free? (se no, perché).

Il lanificio cucina non è un ristorante gluten free ( anche se i nostri cuochi hanno fatto il corso ) ma ovviamente propone dei piatti in carta idonei ai celiaci.

I motivi sono quelli cui accennavo prima . Con una ristorazione più complessa, dedicata a piatti costruiti in menù che vengono rinnovati 3 volte l’anno le difficoltà nel garantire un livello di igiene e controllo con la qualità del piatto finito si moltiplicano . Inoltre la dimensione della cucina non garantiva lo spazio e la separazione necessaria per costruire un lato gluten free ma di analogo livello gastronomico di quello con glutine . Per cui , con mio grandissimo dispiacere abbiamo dovuto ( ma solo per il momento ) rinunciare.

Ringraziamo Roberto Malfatto della sua disponibilità e vi aspettiamo tutti al Gluten Free Days i l’ 1 e il due ottobre 2016!

banner_gfd2016_media-partner-1

Condividi questo post